Il fenomeno delle scommesse sportive tra i giovanissimi

Il fenomeno delle scommesse sportive sembrava fosse esclusiva degli adulti, ma a quanto pare anche i giovanissimi vengono affascinati dal rischio e dalla prospettiva di grosse vincite. In più nelle città fioccano i centri scommesse, quindi la pratica diventa ancora più accessibile. In tutto questo c’è una maggioranza di giovani che scommettono per divertimento, soprattutto quando si parla di ambito calcistico. Ai ragazzi sembra più facile scommettere su uno sport così conosciuto in cui sono evidenti le squadre più forti e le dinamiche di campionato. Capita, allora, che per divertimento gli adolescenti scommettano piccole somme di denaro per vincere facile con i risultati più sicuri. La pratica delle scommesse, però, porta a galla anche lo spirito più avventuroso e spesso ci si ritrova ad essere tentati con rischi maggiori.

Quando le scommesse preoccupano

Rischiare può diventare una vera e propria malattia, detta ludopatia. Secondo gli esperti la dipendenza dalle scommesse può sfociare in una ossessione difficile da domare in alcuni casi, se non con l’aiuto di un esperto. Si tratta, ovviamente, di una casistica molto inferiore ai numeri globali di adolescenti che scommettono regolarmente. Il più delle volte il fenomeno delle scommesse riguarda ragazzi che non puntano più di 4/5 euro con guadagni, nel migliore dei casi, che non superano i 100 euro. Sono comunque somme importanti per un adolescente, una vittoria di questa entità è sempre motivo di grande e sano entusiasmo.

Bisogna fare attenzione: una serie di perdite successive può innescare una sorta di spirito di rivalsa. Il ragazzo è tentato di scommettere fino a quando non raggiunge un determinato obiettivo monetario e a volte la serie negativa può pesare davvero sulle sue finanze.

picture

Le scommesse online

Ancora più accessibili sono le scommesse online, siti web con lo stesso funzionamento dei centri scommesse fisici, ma tramite le quali si può scommettere solo con piccoli conti online. Anche in questo caso gli sport sui quali scommettere sono pressoché infiniti, e gli eventi da prevedere sono di ogni tipo. I bookmaker hanno una fervida fantasia, ma il calcio rimane sempre lo sport prediletto.

Tesoretto di partenza e vincite sono accumulati tutti in un conto online facile da gestire e sicuro nel 99% dei casi. Il lato positivo è avere somme sempre al sicuro e controllabili da casa, ma, allo stesso tempo, si rischia più facilmente di perdere il controllo delle puntate. Avere sempre e comunque soldi a disposizione è un incentivo indiretto per la prossima giocata.

Un po’ di dati sui ragazzi che scommettono

Una ricerca condotta per fare il punto sulla Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ha scoperto che circa il 13% dei ragazzi tra i 14 e i 17 anni scommette regolarmente online, il 29% invece usufruisce delle sale scommesse nella propria città. Numeri preoccupanti o siamo nella media europea? Al momento siamo di fronte a percentuali tutto sommato ragionevoli, il prossimo passo è capire quanto di questa percentuale coinvolge grosse somme di denaro. Come sempre la prevenzione e il controllo sono la migliore strategia: bisogna tenere d’occhio i dati di afflusso e intervenire quando questi oltrepassano i limiti prefissati. Scommettere può essere un divertente passatempo, ma bisogna insegnarlo ai ragazzi e renderli sempre più consapevoli.

+18Gioca Responsabilmente

https://www.agenziadoganemonopoli.gov.it

Better Collective A/S - Indirizzo: Toldbodgade 12 - 1253 Copenhagen K - Denmark - Phone: +45 29 91 99 65